Background Image
Bertozzi_Archimia.jpg


Domenica 18 novembre 2018 (ore 18:00)

ALESSANDRO BERTOZZI & ARCHIMIA
"Into the Strings"


Alessandro Bertozzi
sax alto
Andrea Carpena chitarra
Lorenzo Poli basso elettrico
Enrico Santangelo batteria

Serafino Tedesi e Paolo Costanzo violini
Matteo Del Soldà viola
Andrea Anzalone violoncello

INGRESSO € 12


Il saxofonista italiano celebra i suoi 25 anni di carriera musicale e discografica.

Alessandro Bertozzi ripropone al Milestone quello che fu nell'estate 2016 (Summertime in Jazz a Cortemaggiore) il concerto di esordio del progetto con il quartetto d'archi "Archimia".
Per "Into the Strings" Bertozzi  sceglie, arrangia e ripropone in versione strumentale per sax contralto, brani del suo repertorio e altri, un'originale selezione di canzoni di atmosfera, genere e periodi diversi, tutti dedicati, come dichiara lo stesso artista “a chi ama la musica strumentale e il sax contralto”. Una scaletta di quindici brani per un concerto dinamico e coinvolgente. Si spazia dai suoi primi successi, come "Big City Dreamer", passando per l’emozionante "Crystals" , la scatenata "Talkin’back", fino ai recenti "Blues for strings", "High Voltage" e "Slow n° 5". Completeranno la scaletta l’indimenticabile "The Way We Were" (Barbara Streisand), la splendida "Sweet Child o’Mine" (Guns’n Roses) e l’emozionante "Isn’t she lovely" (Stevie Wonder).

Alessandro Bertozzi è uno dei musicisti più seguiti ed amati del panorama live italiano, un artista completo e poliedrico che può vantare collaborazioni prestigiose con artisti internazionali. Con il suo sax ha collaborato e duettato nel corso della sua carriera con grandissimi nomi, da John Patitucci a Randy Brecker, da Andrea Braido a Hiram Bullock. Proprio insieme a quest’ultimo, scomparso nel 2008, ha  calcato i palchi del Blue Note di Milano e di New York.
Prima di “Into The Strings” Alessandro Bertozzi ha pubblicato con l'etichetta discografica Level49  Big City Dreamers (1998) – Talkin’back (2003) – Crystals (2010) - Contralto (2014) e Funky Party (2017).

Il Quartetto Archimia nasce nel 2007 dall’idea di quattro musicisti di formazione classica, provenienti dai conservatori di Milano e Piacenza, che hanno in comune il desiderio di esplorare nuove sonorità e possibilità acustiche. L’intento del gruppo è quello di affrontare diverse dimensioni musicali e strumentali, unendo la disciplina classica all’estro della musica pop e jazz. Il quartetto ha tenuto concerti in tantissime città d' Italia, in Europa e negli Stati Uniti. Numerose sono le collaborazioni live e in studio, di particolare importanza è quella con la cantante “Elisa” per il suo concerto “acustico” all’Arena di Verona e al Pala Modigliani di Livorno. Al loro attivo hanno due album, “Tacchino Latino” e “ No limits string quartet “