Background Image


Domenica 8 dicembre 2019 - ore 18:00

AFRO BRAZILIAN JAZZ QUARTET
"Where Rio de Janeiro meets Bahia"

Slider_AfroBrazilian_Jazz_4et.jpg


Afro Brazilian Jazz Quartet plays:
“Where Rio de Janeiro Meets Bahia"

Mario Bakuna (chitarra e voce)
Gino Marcelli (pianoforte)
Andrés Lizon (contrabbasso)
Edmundo Carneiro (percussioni)


Afro Brazilian Jazz Quartet ha il grande piacere di presentare il suo nuovo spettacolo basato sul nuovo album del chitarrista e cantante Mario Bakuna e il percussionista Edmundo Carneiro, con Gino Marcelli al pianoforte e Andrés Lizon al contrabbasso: "Where Rio de Janeiro incontra Bahia".
La città natale della Bossa Nova è Bahia, quella che rappresenta al meglio la potente influenza africana nella musica brasiliana, incarnata invece universalmente da Rio de Janeiro. L'album, registrato a Parigi, mette al centro della sua ricerca i ritmi afro-brasiliani (Bahia e Rio) del "Recôncavo baiano" e il fascino e la finezza di quello stupendo genere musicale che è appunto la Bossa-Nova.
"Dove Rio de Janeiro incontra Bahia" è proporre una narrazione in grado di dissolvere la linea sottile che separa la musica e l'antropologia. Alla ricerca della sintesi di ciò che può essere coltivato solo da grandi maestri, l'album - e il concerto - è un viaggio attraverso i paesaggi di Dori Caymmi, come quando racconta la vita dei pescatori in "Mercador de Siri”; loda la finezza di Tom Jobin in "Fotografia", una canzone in cui il poeta parla delle stelle e dell'esistenza di un idillio; distilla la straordinaria poesia di Alcyvando Luz e Carlos Coqueijo in "È preciso perdoar".
Un concerto che è di fatto un viaggio tra le due intriganti e stupefacenti città e culture del grande Brasile.

Mario Bakuna è un compositore, cantante e chitarrista brasiliano di base a Londra, con oltre quindici anni di esperienza professionale. È laureato alla Libera Università di Musica di San Paolo e ha studiato con musicisti come Olmir Stocker, Roberto Sion e Roberto Bomilcar.

Edmundo Carneiro è un percussionista brasiliano con base a Parigi da oltre 30 anni Ha girato oltre sessantasei Paesi e ha lavorato con musicisti internazionali come Baden Powell, Steve Gadd, Ana de Hollanda, Rosinha de Valenca, Antony Jackson, Monica Passos, Chucho Valdes. Percussionista dallo stile molto personale, Carneiro ha anche sperimentato musica elettronica di successo lavorando con diversi artisti e DJ come Saint-Germain, Next Evidence, Bob Sinclar, Schazz, Rive gauche, Charles Schilling e Stéphane Pompougnac.