Background Image
Slider_DiMalta.jpg

Sabato 25 novembre 2018

Patrizia Di Malta Quintet
"South American Ways"

Patrizia Di Malta voce e percussioni
Giovanni Digiacomo sax
Gino Marcelli
pianoforte
Attilio Zanchi
contrabbasso
Tommy Bradascio batteria

Un secolo di ritmi e melodie nati dalle contaminazioni tra le culture europee e africane approdate nelle Americhe.


"South American Ways" è un progetto che esplora le musiche delle “altre” americhe: brasiliana, argentina, cubana e di altri territori. Il repertorio World-Jazz vintage pesca nella tradizione latinoamericana dai primi del '900 ad oggi. Tango argentino, bolero cubano, choro, bossa nova, valsa e samba brasiliani, fado portoghese e morna capoverdiana sono rivisitati in chiave jazz. Un repertorio raffinato e trascinante, che non dimentica di lasciare spazio all’improvvisazione.
L’attuale spettacolo SARAVÀ racconta l'evoluzione del sound brasiliano partita da Bahia e approdata a Rio de Janeiro: lo choro e il samba di fine ‘800 che hanno visto mescolarsi influenze europee e tradizioni africane, la nascita della bossanova, fino a stili più recenti. Brani resi immortali da Elis Regina, Caetano Veloso, Cesaria Évora, Maria Bethania, João e Astrud Gilberto, Marisa Monte, ma anche da Ornella Vanoni e Frank Sinatra. Uno spettacolo con il battito del cuore di una notte carioca.

Cantante, autrice e attrice, Patrizia Di Malta è nata a Milano da madre francese e padre italiano, dal 1972 al 1980 e vive in Brasile. In Italia studia canto con la soprano di colore Mary Lindsey e si perfeziona ai seminari del Berklee College of Music di Boston. Dopo il periodo dal 1981 al 1986 che la vede ai vertici delle classifiche come voce solista del GruppoItaliano (Tropicana, Anni Ruggenti), lascia il gruppo e intraprende un percorso da solista che sfocia in due dischi di Soul elettronico per la EMI, di cui è autrice oltre che interprete (Onde, 1997; Vite possibili, 2000), acclamati dalla critica. Numerose le sue collaborazioni con artisti della scena italiana prima e fino al 2000. Come attrice, nel 1993 è protagonista del film “Giorgia”, girato da Marco Maccaferri al Capolinea, insieme all’attore Antonio Catania e jazzisti come Tim Berne, Tiziana Ghiglioni ed Enrico Rava.
Nel 2001 abbandona l’attività discografica; per 10 anni (fino al 2011) si dedica esclusivamente a promuovere la letteratura brasiliana in Italia, come agente letterario e traduttrice (Daniel Galera, Luiz Ruffato). Nel 2012 torna ad esibirsi dal vivo, privilegiando il World-Jazz e la ricerca musicale antropologica. Poliglotta, canta in inglese, ma anche in portoghese, spagnolo, francese e creolo capoverdiano. Oltre a cantare suona le percussioni.