Background Image
DanWeissStarebaby.jpg


DAN WEISS STAREBABY

Sabato 9 marzo 2019 ore 21:15

Teatro President

Craig Taborn pianoforte e Fender Rhodes
Matt Mitchell pianoforte e tastiere
Ben Monder chitarra
Trevor Dunn basso
Dan Weiss batteria


Interi € 22 - Ridotti € 18
Prevendita online
(dal 1 febbraio): www.diyticket.it
Anche in tutte le ricevitorie Sisal


Converto anche in abbonamento


Dan Weiss è uno dei batteristi attualmente più richiesti in ambito jazz e si esibisce indifferentemente con artisti di stili molto diversi tra loro, come Rudresh Mahanthappa, Chris Potter, John Zorn e Jen Shyu, a testimonianza della sua versatilità e della vastità dei suoi orizzonti di interesse musicale. “Starebaby”, il suo ultimo lavoro, che sta portando in giro per il mondo e per il quale ha composto tutte le musiche, è la realizzazione del sogno a cui ha lavorato a lungo. Da oltre un decennio, infatti, cercava di riunire alcuni dei più valenti musicisti del panorama internazionale per suonare musica che combinasse la natura improvvisativa del Jazz con la potenza dell'Heavy Metal e della nuova musica elettronica.
Come per le sue precedenti uscite acclamate dalla critica, “Starebaby” è un’opera decisamente originale che è in gran parte senza precedenti e che riflette lo stato di grazia del musicista statunitense. Questo lavoro riflette realmente il suo gusto e il suo modo di intendere e vivere la musica, come una miscela ben dosata di improvvisazione jazz, Doom Metal dalle sonorità cupe e dai ritmi lenti, musica elettroacustica, ritmo ciclico tipico della musica indiana con innumerevoli altre influenze, arrivando a un risultato complessivo sorprendente e che va completamente al di là di ogni confine musicale.
Tutti i musicisti presenti sul palco: Craig Taborn e Matt Mitchell alle tastiere, piano ed elettronica, Ben Monder alla chitarra e Trevor Dunn al basso, insieme a Weiss condividono l'amore per l’Heavy Metal e hanno alle spalle esperienze importanti in gruppi sperimentali Rock e di musica elettronica. L’insieme che ne deriva è stupefacente e offre alla musica un’enorme varietà di trame e colori vorticosi.

- - - - - - - - - - - -
I consigli di Jody

Da ascoltare:
- "Starebaby" (con Craig Taborn)