Background Image

PIACENZA SUONA JAZZ!

Dopo il successo degli scorsi anni è d’obbligo proseguire sulla strada della diffusione del jazz nei pub e circoli della città e provincia che si distinguono durante l’anno per avere una programmazione live di qualità. Ed ecco che il programma di “Piacenza suona Jazz!” si snoderà dal 28 febbraio al 29 marzo con ben sette eventi, coinvolgendo il circolo di Monticelli D’Ongina Amici del Po, il caffè letterario Baciccia, il Dubliner’s Irish Pub, la Muntà, il Tuxedo, il circolo Simone Weill, il caffè letterario Melville di S. Nicolò.

 

28 FEBBRAIO Martedì
Dubliner’s Irish pub
ore 21:30
Via S. Siro 24 Piacenza - Tel. 0523336791

HERBIE'S SPIRITS

Michele Vignali sax
Luca Savazzi pianoforte
Stefano Carrara contrabbasso
Paolo Mozzoni batteria

Il progetto Herbie’s Spirit nasce nel 2013 da un’idea di Paolo Mozzoni: è un omaggio al grande pianista afroamericano Herbie Hancock che ha attraversato tutti gli stili del Jazz dagli anni Cinquanta ai tempi nostri. L’idea è quella di presentare le sue composizioni più celebri come “Cantalupe Island”, “Watermelon man” con arrangiamenti personalizzati del gruppo e proporre composizioni meno conosciute come “First Trio”, “Oliloqui Valley” o “Chan’s Song”, lasciando libera creatività ai membri del gruppo, pur restando nelle tipiche sonorità degli anni Settanta.


7 MARZO Martedì
Baciccia Caffè Letterario ore 21:30
via Dionigi Carli, 7 – Piacenza -  Tel. 0523606684

Alessandro Bertozzi Quintet

Alessandro Bertozzi sax alto
Andrea Carpena chitarra
Luca Savazzi tastiere
Luca Scansani basso elettrico
Enrico Santangelo batteria

Alessandro Bertozzi è un artista completo e poliedrico che può vantare collaborazioni prestigiose con artisti internazionali. Con il suo sax contralto (ma anche il tenore e il soprano) ha collaborato e duettato nel corso della sua carriera con grandissimi nomi, da John Patitucci a Randy Brecker, da Andrea Braido a Hiram Bullock. Proprio insieme a quest’ultimo, prematuramente scomparso nel 2008, ha suonato in molte occasioni live dal 2004 al 2007, calcando i palchi del Blue Note di Milano e di New York.


10 MARZO Venerdì
Melville Caffe’ Letterario ore 21:30
Via Dante Alighieri - San Nicolò (Pc) - Tel. 0523043159

GIANNI AZZALI QUARTET 
feat. Sara Marenghi e Cristina Spelta

Gianni Azzali sax e flauto
Mario Zara pianoforte
Alex Carreri contrabbasso
Luca Mezzadri batteria
Sara Marenghi voce recitante
Cristina Spelta voce recitante

Il quartetto di Gianni Azzali già da qualche anno sta lavorando su brani inusitati per la musica jazz, anche grazie alla fantasia e alla padronanza armonica del pianista Mario Zara, il quale ha rivisitato per il quartetto celebri canzoni cantautorali come “La storia di Marinella”, “Vincenzina e la fabbrica”, “Ogni volta”, “Una lunga storia d’amore”, accanto a classicissimi come l’Inno di Mameli e “Oh, bella ciao!” e molti altri. Al Melville verranno presentati in maniera speciale, con l’ausilio dei testi, recitati da Sara Marenghi e Cristina Spelta.


14 MARZO Martedì
LA MUNTA’ ore 21:30
via Giuseppe Mazzini, 72 – Piacenza - Tel. 0523498929

Latin Jazz Ensemble

Germano Zenga voce
Rosario Di Rosa pianoforte
Enzo Frassi contrabbasso
Alberto Venturini batteria

Il Latin Jazz è sempre stato un genere che ha affascinato tutti i musicisti “latini” (compresi noi italiani) e questo quartetto lo ha fatto suo in modo particolare, facendo gustare quegli accenti spostati tipici dei Caraibi e quella suadente Saudades delle spiagge di Copacabana, senza farsi mancare l’energia del Montuno o l’influenza del Mambo. Insomma un quartetto nuovo, che farà parlare di sé, che si esibirà alla Muntà, il primo locale di musica live d’ascolto nato a Piacenza sul finire degli anni Settanta.


17 MARZO Venerdì
CANTIERE SIMONE WEILL ore 21:30
c/o serra Palazzo Ghizzoni Nasalli via Gregorio X, 9 – Piacenza

Tell No Lies

Nicola Guazzaloca pianoforte
Edoardo Marraffa sax sopranino
Gabriele Di Giulio sax tenore
Luca Bernard contrabbasso
Andrea Grillini batteria

Il quintetto, riunito dal pianista Nicola Guazzaloca intorno a una precisa idea di insieme, riunisce cinque musicisti di diverse generazioni ed esperienze che, attraverso la propria attività in gruppi, collettivi e associazioni, contribuiscono ad alimentare la scena jazzistica e sperimentale dagli anni '90. Giunti a riconoscimenti significativi con concerti in Europa, Russia e Stati Uniti, i lavori che li vedono coinvolti sono correntemente pubblicati dalle principali edizioni di settore (RaiRadio3, Leo Records, Amirani Records, Auand, Setola di Maiale, Stella Nera, Aut Records, Rudi Records e altre). In questo nuovo progetto i cinque si muovono tra incendiari frangenti improvvisativi e suggestivi incastri melodico-ritmici, proponendosi di fare musica in modo coraggioso e autentico.


22 MARZO Mercoledì
Tuxedo Beer House ore 22:00
Via C. Colombo, 101 Piacenza 

Ivano Icardi Trio

Ivano Icardi chitarre
John Giblin basso
Lele Melotti batteria

Ivano possiede una comunicatività musicale eccezionale. Sarà per gli anni di studio, per la padronanza dello strumento, per la sua fantasia nel processo compositivo o per tutto il tempo che ha dedicato a inventarsi musiche per la pubblicità, musiche per storie che si raccontano in una manciata di secondi. Incentrato sui brani del nuovo ed acclamato album “So Far Away” e sul precedente “Walking With The Giants", il concerto di Ivano Icardi è un momento coinvolgente ed energetico, un evento al quale bisogna assistere per capirne l’intensità e la dinamicità: si passa dal puro divertimento funk all’emozione e al coinvolgimento suscitati da musica tratta da colonne sonore. Molti i momenti di pura improvvisazione che si succedono ad incalzanti sezioni ricche di pathos, il tutto valorizzato da alcune rivisitazioni di brani celebri di grande impatto.


29 MARZO Mercoledì
CIRCOLO ARCI “AMICI DEL PO” ore 21:30
Via Tinazzo, 30 - Monticelli d'Ongina (PC) - Tel. 0523827781

Strings & Mallets

Riccardo Fioravanti contrabbasso
Andrea Dulbecco vibrafono

Ultimo dei sette appuntamenti in programma quest’anno nella rassegna collaterale “Piacenza Suona Jazz!” Un luogo, quello degli “Amici del Po” che sta dando il tutto per tutto per continuare a fare Cultura e quindi anche a far suonare buona musica. E di buonissima musica si parla quando si parla di professionisti come il contrabbassista Riccardo Fioravanti e colui che è senza fronzoli uno dei migliori vibrafonisti d’Europa: Andrea Dulbecco. Persone semplici, che sanno vivere, che ancora si sanno stupire; persone che godono della buona musica (la loro!) e della bellezza dell’amicizia. E’ bello ascoltare la musica che sanno creare in un tutt’uno di semplicità e bellezza: corde e mazze, i loro strumenti musicali, quello che ci regaleranno quella sera.