Mercoledì 21 settembre 2022 – ore 21:15

Auditorium della Fondazione di Piacenza e Vigevano
(via S. Eufemia, 12 – Piacenza)

MARTA J e FRANCESCO CHEBAT
“Martha J. & Chebat Quartet Plays the Beatles”

In collaborazione con la Fondazione di Piacenza e Vigevano

Ingresso libero senza prenotazioni

Marta J voce
Francesco Chebat pianoforte
Giulio Corini contrabbasso
Maxx Furian batteria

Il concerto di anteprima che l’associazione Piacenza Jazz Club e la Fondazione di Piacenza e Vigevano, main sponsor del festival, vogliono dedicare alla città per festeggiare la presentazione del festival, quest’anno vede in programma un concerto che avvicina due mondi musicali apparentemente distanti come quello dei Beatles e quello del Jazz. Del resto, a quasi sessant’anni dal loro esordio discografico, i Beatles sono diventati un vero patrimonio musicale dell’umanità e i loro brani sono stati rivisti in tantissimi progetti e stili diversi, dall’elettronica all’Hard Rock, dal Soul al Jazz. A proporre questa originale e intrigante rilettura è il duo composto dalla cantante Martha J. e dal pianista Francesco Chebat che per l’occasione hanno allargato l’organico trasformandolo in quintetto.

Martha J. e Francesco Chebat propongono una musica tra Jazz, Funk e Blues. Hanno realizzato insieme sette album, con brani jazz e canzoni originali, chiamando a collaborare diversi musicisti, sia in formazioni acustiche del jazz tradizionale sia in formazioni elettriche con l’accompagnamento di tastiere e synth bass. Questo lavoro, dedicato ai “Fab Four”, segna il ritorno alla loro versione acustica in cui propongono una selezione di canzoni del quartetto di Liverpool arrangiate in chiave jazz.

Il duo ha sempre amato i Beatles e la prima vera sfida è stata quella di selezionare e rivisitare alcuni brani dal loro ricchissimo repertorio. I nuovi arrangiamenti hanno l’obiettivo di rendere i brani personali e in linea con l’evoluzione musicale di Martha e Chebat, rispettando comunque l’idea alla base delle canzoni originali. Il progetto ha dato vita a un disco che si prefigge l’obiettivo di catturare il più possibile tutte le sfumature e l’interplay di un’esibizione dal vivo.